IL BULLISMO E I DISTURBI ALIMENTARI

disturbi alimentari

Gli effetti nocivi del bullismo hanno suscitato una maggiore attenzione negli ultimi anni. Il bullismo può provocare bassa autostima, isolamento sociale, una cattiva percezione del corpo ed è stato anche dimostrato che contribuisce direttamente allo sviluppo dei disturbi alimentari. Infatti, ben il 65% delle persone con disturbi alimentari afferma che il bullismo ha contribuito alla propria condizione.

Il bullismo a scuola può nascere in età molto precoce e i bambini con un peso superiore alla norma hanno il 63% di probabilità in più di essere presi in giro rispetto ai loro coetanei più magri. Per questo motivo, è fondamentale che la vergogna del peso sia una argomentazione importante contro il bullismo, in particolare nel contesto della diffusa informazione anti-obesità.

Circa il 40% dei bambini con un peso superiore alla norma viene preso in giro dai coetanei o dai membri della famiglia per il loro peso. Anche le famiglie possono svolgere un ruolo importante nel mettere fine alle prese in giro. Le prese in giro sul peso a casa possono portare ad alimentazioni incontrollate, aumento di peso e misure estreme di controllo del peso. L’American Academy of Pediatrics (AAP) ha pubblicato delle linee guida per pediatri e genitori per aiutare i giovani ad evitare lo sviluppo di disturbi alimentari.

fonte: neda.org

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.